Accedi

Ho dimenticato la password

Mag 2018
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Ultimi argomenti
» After Xmas 2015
Dom 20 Dic 2015 - 1:22 Da Marco Bulgarelli

» Colac - Via ferrata dei Finanzieri
Lun 24 Ago 2015 - 14:05 Da Marco Bulgarelli

» Pizzo Badile Camuno
Sab 23 Mag 2015 - 23:03 Da Marco Bulgarelli

» Monte Altissimo - Alpi Apuane
Mar 7 Apr 2015 - 19:49 Da Marco Bulgarelli

» La Nuda - Appennino Reggiano
Lun 26 Gen 2015 - 19:48 Da Marco Bulgarelli

Flusso RSS


MSN 


Parole chiave


1 aprile 2013

Andare in basso

1 aprile 2013

Messaggio  Marco Bulgarelli il Sab 30 Mar 2013 - 15:05

I FANTALPICI
1 aprile 2013
Dal Forte di San Marco alla Madonna della Corona

In sostituzione dell'uscita dei Fantalpici sul Monte Spino prevista per lunedì 1 aprile e rimandata per il maltempo (ferrata e cresta non sono consigliabili con condizioni incerte), si propone come alternativa il percorso qui di seguito brevemente descritto.
Parcheggiate le automobili nei pressi di Lubiara, si sale sulla lunga spalla che chiude a ovest la Val d'Adige. Qui giunti (500 m circa) il panorama si allarga, e mentre ci si affaccia sul fiume sottostante subito l'orizzonte comincia a spaziare dall'altopiano dei Lessini dall'altra parte della valle, alla Pianura Padana che si apre a sud, fino al lembo più meridionale del Lago di Garda, il tutto racchiuso negli estremi limiti del Carega a est e del Monte Baldo a ovest.
Ci si lascia alle spalle il Forte di San Marco - eretto fra il 1888 e il 1913, incombe sulla sinistra dell'autostrada quando questa si abbassa appena dopo l'uscita di Affi, andando a sfiorare la riva dell'Adige - quindi si comincia a percorrere la traccia che in direzione nord-est va a congiungersi con il sentiero 71. Si segue così dall'alto la riva destra del fiume passando sotto le falesie attrezzate del Babo e di Castel Presina e superando l'ex Forte Cimo Grande (909 m, costruito fra il 1884 e il 1913), sfruttando una cengia discontinua che si spinge lontano fino ad entrare, dopo circa 7 km, nella breve e stretta valle del Rio Bissole incassata fra le rocce, dove si aggrappa il Santuario della Madonna della Corona (773 m). Questa costruzione più volte rimaneggiata, che risale al 1625, costituisce il punto di arrivo dell'escursione. Al ritorno verrà valutata la possibilità di completare un giro ad anello percorrendo da Spiazzi alcune stradette secondarie e tracce di antichi sentieri.

Punto di partenza: zona delle cave di marmo di Lubiara 450 m circa
Punto di arrivo: santuario della Madonna della Corona 773 m
Dislivello complessivo: circa 600 m
Tempo di percorrenza: indicativamente and/rit. 6-7 ore
Livello di difficoltà: E
Cartografia: Comitato Gruppi Alpinistici Veronesi, Monte Baldo - foglio sud, scala 1:25000
Attrezzatura: Nessuna attrezzatura specifica, abbigliamento adeguato.
Percorso automobilistico: Carpi, Affi, Lubiara
Quota di partecipazione: Soci CAI 5 €
Accompagnatori: Alberto Gavioli 3355921358, Paolo Lottini 3356938728, Marco Bulgarelli 3204676258
Ritrovo: Parcheggio Cai Carpi ore 6,50

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum