Accedi

Ho dimenticato la password

Settembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Calendario Calendario

Ultimi argomenti
» After Xmas 2015
Dom 20 Dic 2015 - 1:22 Da Marco Bulgarelli

» Colac - Via ferrata dei Finanzieri
Lun 24 Ago 2015 - 14:05 Da Marco Bulgarelli

» Pizzo Badile Camuno
Sab 23 Mag 2015 - 23:03 Da Marco Bulgarelli

» Monte Altissimo - Alpi Apuane
Mar 7 Apr 2015 - 19:49 Da Marco Bulgarelli

» La Nuda - Appennino Reggiano
Lun 26 Gen 2015 - 19:48 Da Marco Bulgarelli

Flusso RSS


MSN 


Parole chiave


31 gennaio - Monte Cavalbianco

Andare in basso

Re: 31 gennaio - Monte Cavalbianco

Messaggio  Marco Bulgarelli il Lun 1 Feb 2010 - 13:53

velocemente perché sto per uscire: alle 4,30 già nevicava... giro di sms per proclamare che non si sarebbe partiti... guido p. non mi ha mai dato il nro del suo cellulare, perciò mando un sms alla rossella sperando che sia lei ad avvertirlo... i due si ritrovano soli al parcheggio del cai: la rossella col cellulare spento e guido dopo essere finito contro un palo o qualcosa del genere... alle 6 mi telefona luciano... a modena è un inferno - bianco pur nel buio -, ma a fiorano solo due o tre falistre... perciò questi vanno... uno sparuto gruppetto che parte... con le gomme termiche salgono... la macchina... qualche lieve difficoltà dopo ligonchio.. il giro a piedi lo fanno a ritroso - à rebours... in otto ore è fatto... poca neve fresca e solo un po' di nebbia in cima... già si pensa alla prossima uscita degli alternattivi
a stasera
m.

Torna in alto Andare in basso

Re: 31 gennaio - Monte Cavalbianco

Messaggio  Paolo Lottini il Lun 1 Feb 2010 - 12:16

Ciao prof, com'è andata l'uscita al Cavalbianco?

_________________
Non esistono montagne impossibili. Esistono solo uomini che non sono capaci di salirle.

Torna in alto Andare in basso

31 gennaio - Monte Cavalbianco

Messaggio  Paolo Lottini il Lun 25 Gen 2010 - 13:46

Come già annunciato, per motivi tecnici è necessario apportare una variazione al calendario dei Percorsi Alternattivi: l'uscita (con spostamento in pullman al posto delle auto private) dal Passo delle Radici al Lago Santo viene spostata al 14 febbraio 2010, mentre quella prevista in tale data è anticipata alla prossima domenica. Qui di seguito se ne può leggere la descrizione.
Ciao a Tutti,
Marco

MONTE CAVALBIANCO 1854 mt.
APPENNINO REGGIANO
Escursione con piccozza, ramponi e ciaspole
31 Gennaio 2010


DESCRIZIONE DEL PERCORSO
Itinerario ad anello lungo, ma interessante e di soddisfazione per l’ambiente davvero solitario e selvaggio in cui si svolge. Il Cavalbianco si erge solitario a Nord del crinale appenninico reggiano, e se ci si limita alla sua cima soltanto lo si può salire per un percorso molto breve, che consente di godere di panorami insoliti e suggestivi. Dal Passo di Pradarena (1579 m) si inizia a seguire il sentiero 643 che a dx. dell’albergo si inoltra nella vegetazione. Lo si percorre attraversando il bosco e, una volta usciti da esso, fino ad incontrare la cresta Sud e il pendio finale del monte. Si superano alcuni brevi tratti più ripidi e si prosegue su una traccia evidente che porta alla panoramica vetta (1854 m). Splendida la vista sulla catena del M. Cusna e sul gruppo Casarola-Alpe di Succiso. Dalla vetta ora seguiamo la cresta Nord, e nel punto dove diventa meno ripida la lasciamo per scendere nella conca solitaria detta la Busa del Cavalbianco, e ci addentriamo nel bosco di alto fusto per ritrovare il sentiero 645. Siamo a quota 1450 m. Inizia ora il nostro lungo itinerario ad anello da affrontare possibilmente con le ciaspole, che si svolge interamente nel bellissimo e solitario faggeto del Cavalbianco. Dalla località la Busa scendiamo a quota 1402 m, nella prateria detta Il Quartiere, dove incrociamo il sentiero 409. Si rientra nel faggeto e si scende al rio del Tornello (1283 m), dove si incontrano numerose carbonaie, oggi non più utilizzate; si continua sempre sul sentiero 645 e si raggiunge il Rifugio Bottaccio a quota 1209 m. Ora il sentiero sale deciso per tornanti attraverso il faggeto ombroso, fino a raggiungere il passo di Cavorsella (1508 m): questo è certamente il tratto più faticoso di tutto l'itinerario. Superato il passo, si devia a sx. e si percorre la comoda carrozzabile per ritornare al passo di Pradarena, completando così il giro ad anello attorno alle pendici del Cavalbianco.

Punto di partenza: Parcheggio Passo di Pradarena 1579 mt.
Punto di arrivo: Monte Cavalbianco 1854 mt.
Dislivello complessivo: Circa 900 mt
Tempo di Percorrenza: And/rit., indicativamente 8 ore
Livello di difficoltà: EEA. Escursione invernale con piccozza e ramponi
Cartografia: Parco del Gigante ed. Multigraphic-Firenze 1:25.000
Attrezzatura: Ramponi, piccozza, ciaspole (non obbligatore ma utili), ghette
Percorso automobilistico: Carpi, Modena, Castellarano, Cerredolo, Ligonchio,
Passo Pradarena
Quota di partecipazione: 5 € spese organizzative CAI
Accompagnatore/i: Bulgarelli Marco 320/4676258 Busani Luciano 338/6966008 busaniluciano@libero.it
Ritrovo: Carpi sede Cai, 5.30; Modena H. Lux, 6.00.
Prenotazione: Entro Venerdì 29 Gennaio 2009
Molto importante: SIETE TUTTI INVITATI A FINE GITA A FESTEGGIARE CON TORTE
DELIZIOSE, CIBO E MOLTO BUON VINO

_________________
Non esistono montagne impossibili. Esistono solo uomini che non sono capaci di salirle.

Torna in alto Andare in basso

Re: 31 gennaio - Monte Cavalbianco

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum