Accedi

Ho dimenticato la password

Argomenti simili
Dicembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Ultimi argomenti
» After Xmas 2015
Dom 20 Dic 2015 - 1:22 Da Marco Bulgarelli

» Colac - Via ferrata dei Finanzieri
Lun 24 Ago 2015 - 14:05 Da Marco Bulgarelli

» Pizzo Badile Camuno
Sab 23 Mag 2015 - 23:03 Da Marco Bulgarelli

» Monte Altissimo - Alpi Apuane
Mar 7 Apr 2015 - 19:49 Da Marco Bulgarelli

» La Nuda - Appennino Reggiano
Lun 26 Gen 2015 - 19:48 Da Marco Bulgarelli

Flusso RSS


MSN 


Parole chiave


gita del 15/11

Andare in basso

Re: gita del 15/11

Messaggio  Paolo Lottini il Gio 5 Nov 2009 - 21:01

Ecco la descrizione dettagliatissima del giro supplementare programmata per il 15 novembre e aperta a tutti. Quello che si propone è un itinerario ad anello poco conosciuto ma veramente bello, con straordinarie vedute sulla parte settentrionale del Lago di Garda e sulla Val di Ledro, già sperimentato d'inverno e con neve durante un'uscita dei Percorsi AlternAttivi come ripiego in sostituzione dell'uscita in calendario quel giorno, dato che la località sugli Appennini che si sarebbe dovuto raggiungere era bersagliata dal maltempo.


CIMA AL BAL e CIMA NARA
15 NOVEMBRE 2009


DESCRIZIONE
Da Riva, per la S.S. 240 della Val di Ledro, deviare a sinistra alla fine della galleria in direzione Pregasina. Dal parcheggio sotto la chiesetta di San Giorgio a Pregasina 532 m, si prende il
sentiero 422 e poco oltre, a un bivio, si prosegue a destra su sentiero stretto e in parte nella boscaglia (segnavia 429). Si continua nel bosco rado puntando alla evidente sella che divide la cresta a sinistra dal tozzo rilievo roccioso del Nodice, raggiungendo così Bocca di Lè m 800, il valico che divide il versante di Pregasina dalla Val di Ledro. Ora si piega a sinistra seguendo il
segnavia 430, dopo aver superato un cartello con l’️indicazione per la Cima Al Bal: qui un breve spezzone di cavo metallico consente di proteggersi durante un passaggio su facili roccette. Si alternano altri brevi tratti in parte su roccette semplici sino al cartello indicante due possibilità: chi non vuole affrontare i passaggi più impegnativi manterrà il sentiero a sinistra, mentre l'alternativa a destra è più difficile. Nonostante compaia un altro cartello recante questa volta l'indicazione sentiero alpinistico, l'impegno si limita a qualche facile passaggio di 1° grado comunque in esposizione e senza assicurazioni su fondo in parte scivoloso. Il sentiero prosegue ora lambendo i
ruderi della cosiddetta Cittadella militare m 1110, costruita durante la prima guerra mondiale. Continuando a seguire la cresta, si raggiunge la vetta di Cima Al Bal conosciuta anche come Cima Nora m 1260. Si continua a percorrere l'esile filo di cresta abbassandosi di pochi metri sotto il crinale in coincidenza dei passaggi più impegnativi. Si supera così una serie numerosa di saliscendi fino a raggiungere Cima Nara o Col Coi m 1376. Il tratto impegnativo in parte su roccette che conduce a Cima Nara può essere aggirato, privando però l'escursione del suo culmine più elevato. Da Cima Nara si prosegue ancora in saliscendi sino a confluire di nuovo nel sentiero 430. Il percorso ora cala ripidamente, passando sul versante occidentale e portandosi in parte nel bosco. Si raggiunge in questo modo la sella di Passo Chiz m 1208, quindi si passa a destra di un piccolo ma strapiombante costone roccioso in cui si apre una galleria che risale con tutta probabilità all'epoca della prima guerra mondiale. Qui il sentiero risale fino a raggiungere la cima del Monte Guil m 1322. Da questo momento ha inizio la lunga discesa a valle attraverso i Prati di Guil m 1240, e poi a sinistra passando sul tratto con segnavia 422 in direzione del Passo della Rocchetta m 1158. Presso Malga Palaer ha termine il sentiero: si passa ora su strada bianca chiusa al traffico, lungo la quale si scende fino a Bocca dei Larici m 881. Qui si può lasciare il percorso principale per passare nei pressi di Malga Larici m 887 e guadagnare in qualche minuto la cima di Punta dei Larici m 908, letteralmente strapiombante sul Lago di Garda. Ritornati a
Bocca dei Larici, si continua sull'ampia strada bianca sino ritrovare le prime case di Pregasina.

Dislivello complessivo: circa 1200 m
Tempo di percorrenza: indicativamente 6/7 ore
Accompagnatori: Marco Bulgarelli, Dante De Simoni, Alberto Gavioli, Paolo Lottini, Marco Montorsi
Costo: 5 Euro
Ritrovo: ore 5,50 parcheggio sede CAI, via Cuneo 51


Iscrizioni: entro venerdì 13 novembre telefonando a Marco Bulgarelli 3204676258 o Paolo Lottini 3356938728

_________________
Non esistono montagne impossibili. Esistono solo uomini che non sono capaci di salirle.

Torna in alto Andare in basso

gita del 15/11

Messaggio  criber00 il Gio 5 Nov 2009 - 1:19

Ciao a tutti, ho letto il messaggio dello Zio Marco su ciò che ci aspetta il 15 novembre.
E' tutto meraviglioso...ho solo avuto un leggero mancamento quando ho visto l'orario dell'incontro: 5,50
Onestamente mi si sono arricciati i capelli e mi è uscito un tic nervoso.
Comunque io ci sarò anche se il rischio di comparirvi davanti in cuffia da notte non è remoto! Uomo avvisato...

Bye bye
Cristina

NB: avevo invitato il mio Coinquilino a venire ma Egli ha ribadito il concetto che la vita è già abbastanza dura e non c'è bisogno di complicarsela ulteriormente, tradotto: alle 5,50 volta gallone e ci si vede a cena!

criber00
Ordinary User
Ordinary User


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum